mercoledì 27 marzo 2019

GUARITI DAR PECCATO



Li preti che misero su bottega
Pe da conforto a l'anime smarite
Caporno presto, senza fa na piega,
Che der corpo so mejo le ferite!

Ed eccheli dottori in medicina
Cambiato sajo in bianco camicione
Ar posto de le preci, punturina
E l'acqua santa pe l'estrema unzione

Così, de pari passo all'oratori,
Compresi a bomba co' sto gran travajo, 
Aprorno ospitali e sanatori

nin potemo sarvallo dar peccato?
Pensamo a  la salute senza sbajo
Che 'n paradiso vada risanato!


venerdì 22 marzo 2019

LA FAMIGGHIA

photo by Shamballah

Ar posto de Giulietta, sur barcone
Ce stanno tipi strani, indaffarati
De la famija a rennece informati,
Che pare siano esperti a la questione!

Appena gratti e scrosti li sorisi,
Ricicciano cojoni americani
Fasci e preti attenti sur domani
Della famija "naturale" 'n crisi!


lunedì 7 maggio 2018

'A MORTE

Photo by Valerio Spisani

'A morte è 'n fatto strano difficile a capì
magara 'n te l'aspetti e ariva contromano
che quasi non t'accorgi che devi da morì
avvorte t'accompagna, 'na vita, piano

L'ho vista urtimamente in giro co la farce
seduta sur divano o accanto ar tavolino
a spigne er carozzino, la mano bianco carce
o a sistemà le pillole de sopra ar commodino.

Lo intesa nella notte che respirava a fiotti,
a lamentasse piano pe' 'n male senza cura
'a chiamano vecchiaia sta fine senza sbocchi
para para ar giorno che se spegne ne la sera

Ed ecchila che ariva, portanno er lanternino
accommodasse piano accanto ar capezzale
e ditte - Signorì, chiudemo 'sto cammino,
che 'ndo te porto io non sentirai più male -


martedì 7 novembre 2017

RITAGLI

Photo by Ministerio de Cultura de la Nación Argentina

Le foto sembravano una macchia d'olio sul tappeto bianco. P. le aveva sparse tutte intorno a sè dopo averle tirate fuori da una grande scatola di latta dei biscotti Gentilini, una di quelle scatole dove ogni bambino sognerebbe di nascondere il proprio tesoro per seppellirlo sotto un albero, come solo un pirata sa fare. Quelle foto erano una sorta di tesoro, a modo loro. Un tesoro di ricordi, di emozioni: pezzi di storia della famiglia, dalle origini contadine fino alla piccola rivoluzione industriale che aveva trasformato un genià di rubizzi contadini in cittadini debosciati e grigi come i palazzi che abitavano. Vecchie facce dai contorni ingiallite che sembravano piu grandi della loro età, e sofisticate stampe a colori dove tutti facevano a gara per sembrare eternamente bambini. P. ne raccoglieva una ad una e le tagliava a metà con delle lunghe forbici da sarto lucide. Le lame si baciavano lentamente, creando un taglio perfetto: la metà a destra piroettava fino a terra, l'altra veniva lanciata nell'aria, atterrando lontana.

venerdì 18 agosto 2017

RACCORTA DIFFERENZIATA



A Roma la monnezza se butta separata
Cassoni colorati, bianchi verdi e gialli
E se voi esse in regola co’ la differenziata
Li rifiuti, bello mio, te tocca da capalli !

Magara, chi lo sa, è questa la penzata
Che ebbe er Diotallevi a lampo ner cervello,
mentre maneggiava de sega e de cortello
Intento a spezzetà la sorella assassinata

Le gambe ‘ndo le butto? In quello della carta
Legate co lo spago insieme strette strette
Così che non se veda che una è un pò più corta

Er resto, giu nell’umido, lo butto tutto intero
Così prima che vengano a strigne le manette
Aripulisco er bagno e ar peggio me preparo


Donna fatta a pezzi a Roma

domenica 2 luglio 2017

AFA ROMANA

Photo by Luigi Scorcia

A Roma, quanno è estate, er sole picchia forte
e in giro tra li Fori e 'ntorno ar Colosseo
è tutta 'na spasata de vecchie mezze morte
che smaniano pe' Eolo e troveno Morfeo

Er cielo quarche vorta dà scacco ar solleone
concede 'n po' de tregua dar callo esaggerato
e da limpido che era se fa rannuvolato
e versa su la tera copioso l'acquazzone !

Ma er detto ce lo 'nsegna che pure se riluce
non è sicuro detto che sia er metallo d'oro!
Le vecchie, smessa l'acqua, ripeteno a gran voce
- Madonna mia che afa, sicuro mò me moro ! -

venerdì 31 marzo 2017

PORNO PANDA



Photo by Amy the Nurse

- Chiappe e cosce a protezzione dell'ambiente?
Tette e culi pe' le specie in estinzione?
Me tocca dillo, ma na tale situazione
Potrebbe risultà davero 'nteressante

Però ce vò 'n'idea, 'na svorta, 'na trovata
Pe' propinalla ar monno co' successo
perchè si è puro vero che noi vennemo sesso
Non potemo core er rischio de falla, 'na cazzata!

Volemo sarvà l'orso der circolo polare?
Oppure la bertuccia de la foresta nera?
No, dev'esse più simpatico, in maniera
che non disturbi chi vole scopare

Er panda, certo! Quello sì che è giusto!
Ispira tenerezza coi dorci e grossi occhioni
e me ce gioco pure li cojoni
che chi lo penza, er panda, tromba co' più ggusto !

Famola così, che viene 'n successone:
chiedemo a tutto l'internet pieno de zozzoni
de fa 'n firmino mentre so' porconi
ma 'nvece de spojasse, mettessero er costume !

Pe' tutti i pervertiti che trombeno conciati
da panda in estinzione co' l'occhi ricerchiati
daremo cento euri, tutti destinati
a renne l'orsacchiotti felici e coccolati !


Noto sito porno lancia campagna a sostegno dei panda

venerdì 17 marzo 2017

PORA MAMMA

Photo by Greg Clarke
-Hai visto mai che mamma more ?- pensava er sor Carletto
-e noo dico mica pe’ ffa ‘o jettatore, vojo esse chiaro.
Ma a st’evento sfortunato è da mo che me preparo,
E’ reggina da quer dì, prima o poi io me l’aspetto

Pe' non esse corti in fallo stabilimo 'n protocollo
Tutto scritto passo passo dar momento che diparte
Fino a quanno tutto er regno se dispera e piagne forte.
Che l’ingresi siano ar monno come sempre da modello!

Quindi segna! Che l’annunzio venga dalla BBC
“ Cari inglesi amichi mia se n’è ‘nnata la sovrana
Ora regna 'n paradiso co' mi moje, Ladi Di “

Er cordojo nazionale durerà na settimana
Poi la cassa 'n pompa magna anderemo a seppellì
E io che 'n ce speravo più, sarò re, porca puttana!

Svelato il piano per la morte della regina Elisabetta

giovedì 16 marzo 2017

ER PANZANERA LAVAVETRI


Sparmato sull 'ajiola stretta tra le careggiate
Aspetta ch'er semaforo sia n'artra vorta rosso
Perche pe' mantenesse la pelle attorno all'osso
Pulisce er parabrezza a le machine fermate.

Pe' guadiambià du spicci l'attrezzi de lavoro
So' na bottija d'acqua e na gomma co la spugna
Che ha visto l'anni sua, quasi non s'abbagna
E de morchia sopra ar vetro te lassa er ghirigoro

Eppoi se beve tutto, vinaccio nei cartoni
Che je consuma er fegato e je fa rossi l'occhi
Lo sguardo è quello perso de tutti li beoni

Se cerca tra li ciurli co' l'ogne li pidocchi
Capanno 'n mezzo all'erba li mejo mozzoconi,
Mentre la lanterna ferma novi li clienti, a mucchi


martedì 14 marzo 2017

L'OVO E LA GALLINA

Photo by Crisi Calatrava

Ciai la patacca stanca ? Fori tono?
Senza  pace l'ormoni fanno a botte?
Inizia a principà pùro a rifiatatte
Che dall'america è arivato 'n dono!

'N'attrice ha brevettato 'n ritrovato
Che te mantiene 'n forma la mafarda
Tonica a puntino e bella " carda"
Co' 'na facilità che lassa senza fiato.

'Na breccola de ggiada fatta a ovo
che te la 'nzeppi  su pe la patonza
'Na piotta e te lo compri, novo novo
Perché lo venne caro, mica stronza!

Così pe' esse femmina più gnocca
'Nvece de siggnora 'mancipata
Abbasterà 'n'ovetto ne la "bocca"
Pe' fatte 'na gallina sgallettata !

Gwyneth Paltrow lancia l'uovo vaginale